Ad oggi il processo di armonizzazione delle norme europee non si è ancora concluso. Per questo motivo a integrazione della Direttiva Europea sui prodotti da costruzione (CPD=Contruction Products Directive) si applica il diritto del singolo paese in materia di edilizia per l’applicazione dei sei requisiti essenziali (ER=Essential Requirements). I sei requisiti essenziali considerano l’edificio come unico oggetto. I singoli componenti, nel nostro caso il Sistema a Cappotto, vengono considerati secondo questo principio.

I Requisiti Essenziali regolano i seguenti ambiti:

1) Resistenza meccanica e stabilità

L’opera deve essere concepita e costruita in modo che le azioni cui può essere sottoposta durante la costruzione e l’utilizzazione non provochino:

  • Il crollo dell’intera opera o di una sua parte
  • Deformazioni di importanza inammissibile
  • Danni ad altre parti dell’opera o alle attrezzature principali o accessorie in seguito a deformazione di primaria importanza degli elementi portanti
  • Danni accidentali sproporzionati alla causa che li ha provocati.

2) Sicurezza in caso di incendio

L’opera deve essere concepita e costruita in modo che in caso di incendio:

  • La capacità portante dell’edificio possa essere garantita per un periodo di tempo determinato
  • La produzione e la propagazione del fuoco e del fumo all’interno delle opere siano limitate
  • Gli occupanti possano lasciare l’opera o essere soccorsi altrimenti
  • Sia presa in considerazione la sicurezza delle squadre di soccorso

3) Igiene, salute, ambiente

L’opera deve essere concepita e costruita in modo da non compromettere l’igiene o la salute degli occupanti o dei vicini, e in particolare, in modo da non provocare:

  • Sviluppo di gas tossici
  • Presenza nell’aria di particelle o gas pericolosi
  • Emissione di radiazioni pericolose
  • Inquinamento o tossicità dell’acqua o del suolo
  • Difetti nell’eliminazione delle acque di scarico, dei fumi e dei rifiuti solidi o liquidi
  • Formazione di umidità su parti o pareti dell’opera

4) Sicurezza durante l'uso

L’opera deve essere concepita e costruita in modo che il suo uso non comporti rischi di incidenti inammissibili quali scivolate, cadute, collisioni, bruciature, folgorazioni, ferimenti a seguito di esplosioni. 

5) Protezione contro il rumore

L’opera deve essere concepita e costruita in modo che  il rumore cui sono sottoposti gli occupanti e le persone situate in prossimità si mantenga ad un livello che non  danneggi la salute e tali da consentire buone condizioni di sonno, riposo e lavoro.

6) Risparmio energetico e dispersione termica

L’opera ed i relativi impianti di riscaldamento, raffreddamento ed aerazione devono essere concepiti e costruiti in modo che il consumo di energia durante l’uso dell’opera sia moderato, tenuto conto delle condizioni climatiche del luogo, senza che ciò pregiudichi il benessere termico degli occupanti.

Nota: la Direttiva sui Prodotti da Costruzione 89/106/CE è stata sostituita dal nuovo Regolamento Europeo 305/2011 che entrerà in vigore il 1/7/2013. In tale regolamento viene introdotto il seguente requisito:

7) Uso sostenibile delle risorse naturali

Le opere di costruzione devono essere concepite, realizzate e demolite in modo che l’uso delle risorse naturali sia sostenibile e garantisca in particolare quanto segue:

  • Il riutilizzo o la riciclabilità delle opere di costruzione e dei loro materiali
  • La durabilità delle opere di costruzione
  • L’uso, nelle opere di costruzione, di materie prime e secondarie ecologicamente sostenibili.