Ecobonus 110%: un incentivo a cui si accede grazie al Cappotto Termico

Ecobonus 110%: le novità del Decreto Rilancio

L’Ecobonus 110%, detto anche Superbonus e Superbonus 110%, è ormai certezza.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Rilancio, viene infatti incrementata al 110% l’aliquota di detrazione spettante a fronte di specifici interventi di efficientamento energetico, tra cui rientra a pieno titolo il Sistema di Isolamento Termico a Cappotto. Senza isolare gli edifici mediante Isolamento Termico a Cappotto, infatti, potrebbe essere più difficile raggiungere i requisiti per accedere ai benefici dell’Ecobonus 110%.

Saranno le disposizioni attuative dell’Agenzia delle Entrate e il Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico a definirne dettagli e operatività, tuttavia troverete in questo articolo i requisiti principali dell’Ecobonus 110% noti ad oggi.

Perché l’investimento di riqualificazione energetica risulti realmente efficace e durevole nel tempo, e considerato il fatto che, grazie all’Ecobonus 110%, l’agevolazione è molto importante, sarà ancora più importante – e facile da un punto di vista economico e finanziario – impiegare esclusivamente Sistemi a Cappotto di qualità certificata, ossia dotati di certificato ETA004 e marcatura CE del Sistema a Cappotto e avvalersi dei migliori professionisti del settore, capaci di garantire l’Eccellenza nel Sistema a Cappotto grazie a:

  1. Conoscenza e applicazione del Manuale di posa Cortexa
  2. Conoscenza e applicazione della norma UNI/TR 11715:2018 per la corretta progettazione e posa del Sistema a Cappotto
  3. Frequenza dei corsi di formazione Cortexa per installatori e certificazione delle competenze di installatore di cappotto in base alla norma UNI 11716:2018

Le aziende aderenti a Cortexa operano tutte secondo i requisiti di qualità menzionati e collaborano stabilmente con progettisti e imprese specializzati nei Sistemi a Cappotto, è possibile rivolgersi quindi ai soci Cortexa per richiedere un preventivo per il Cappotto Termico di qualità.

Ecobonus 110%: le novità principali

Il Decreto Rilancio incrementa l’aliquota prevista dall’Ecobonus al 110% per le spese di efficientamento energetico – tra cui l’adozione del Sistema a Cappotto , secondo i seguenti requisiti:

  1. Spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021
  2. Per usufruire del Superbonus, gli interventi di isolamento termico delle superfici opache, verticali e orizzontali, devono interessare l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio stesso
  3. La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 60.000, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio
  4. I materiali isolanti utilizzati devono rispettare i criteri ambientali minimi – CAM di cui al DM 11 ottobre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 6 novembre 2017
  5. Per poter accedere all’Ecobonus 110%, gli interventi devono inoltre assicurare il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio o, se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta, da dimostrare mediante l’attestato di prestazione energetica (A.P.E) ante e post intervento, rilasciato da un tecnico abilitato nella forma della dichiarazione asseverata.
  6. La detrazione potrà essere distribuita in cinque quote annuali di pari importo
  7. Anche per l’Ecobonus 110%, come per il bonus “regolare”, se non si desidera recuperare l’importo in cinque anni, è possibile usufruire della cessione del credito o dello sconto in fattura, in merito alla quale forniamo notizie più avanti nell’articolo.

È in ogni caso importante sottolineare che per tutti gli interventi che non raggiungono il 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio esiste comunque la possibilità di beneficiare dell’Ecobonus 2020, come previsto dalla Manovra 2020.

Ecobonus 110%: l’iter dei decreti attuativi e l’operatività

Per quanto riguarda la piena operatività dell’Ecobonus 110%, il Decreto Rilancio è un decreto legge, e, in quanto tale, immediatamente in vigore nell’attesa della sua conversione in legge entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta (quindi entro il 18 luglio 2020).

Tuttavia, per la piena operatività si dovranno attendere:
1) le disposizioni attuative da parte dell’Agenzia delle Entrate;
2) un decreto del Ministro dello sviluppo economico, da emanare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto Rilancio, che stabilirà le modalità attuative e di trasmissione dell’asseverazione dei requisiti previsti dai decreti di cui al comma 3-ter dell’art. 14 del D.L. n. 63/2013 e la corrispondente congruità delle spese sostenute per gli interventi agevolati.

Sia per l’Ecobonus 110% che per il Sismabonus potenziato al 110% il decreto Rilancio parla di “spese documentate e rimaste a carico del contribuente, sostenute dall’1 luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021”.

Ecobonus 110%: a chi spetta

A poter usufruire del vantaggio fiscale dell’Ecobonus 110%, o Superbonus 110% sono tutti gli interventi:

  1. effettuati dai condomini o unità immobiliari indipendenti, non in costruzione, che siano prima casa
  2. effettuati su seconde case, purché siano all’interno di condomini e non unità monofamiliari
  3. eseguiti dai condomìni e dalle persone fisiche al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni
  4. eseguiti dagli Iacp (Istituti Autonomi Case Popolari) o dalle imprese e cooperative che hanno finalità sociale.

Ecobonus 110%: cessione del credito e sconto in fattura

Per poter optare per la cessione del credito o  per lo sconto in fattura, il contribuente dovrà chiedere il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta e dovrà comunicarlo in via telematica all’Agenzia delle Entrate.
I soggetti che non desiderano detrarre gli importi in cinque anni, in quanto non dotati di sufficiente capienza fiscale o perché non intendono attendere per un periodo così lungo, possono usufruire di due possibilità:

  1. Cessione del credito: il credito può essere ceduto in toto a banche e altri istituti finanziari
  2. Sconto in fattura: in questo caso, il fornitore (ad es. l’impresa che effettua i lavori o il fornitore di materiali da costruzione coinvolti nel progetto) scala la somma corrispondente alla detrazione spettante direttamente dalla fattura. Il fornitore ha facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, comprese banche e intermediari finanziari

Ecobonus 110%: presentazione della documentazione tecnica a ENEA

Per poter usufruire del vantaggio fiscale dell’Ecobonus 110% è necessario inviare all’ENEA la documentazione tecnica che certifichi la rispondenza delle opere alle specifiche normative. I tecnici abilitati dovranno poi anche asseverare, con responsabilità penale, che i lavori siano stati pagati a un prezzo congruo con verifica dell’Agenzia delle Entrate.

Ecobonus 110%: perchè è strettamente connesso al Sistema di Isolamento Termico a Cappotto

Il Sistema di Isolamento Termico a Cappotto è la misura in assoluto più efficace per l’efficienza energetica degli edifici e del loro involucro. Senza un corretto isolamento, quindi, non è possibile raggiungere i requisiti necessari per accedere all’Ecobonus 110% o Superbonus 110%. Se sei un installatore o un progettista, puoi rivolgerti ai soci Cortexa per una consulenza gratuita sul Sistema di Isolamento Termico a Cappotto di qualità.

Share

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su print

Share

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su print